USA: il deficit commerciale degli Stati Uniti in calo a settembre

Il Dipartimento del Commercio ha dichiarato oggi, che il divario commerciale delle merci è sceso del 3,6% a $ 70,4 miliardi il mese scorso.

0
deficit USA

Il deficit commerciale USA è diminuito a settembre, poiché le tensioni geo-politiche hanno limitato il flusso di merci. Tutto ciò probabilmente non cambierà le aspettative di un ulteriore rallentamento della crescita economica nel terzo trimestre.

Il Dipartimento del Commercio ha dichiarato oggi, che il deficit commerciale è sceso del 3,6% a $ 70,4 miliardi il mese scorso. Le esportazioni sono diminuite dell’1,6%, trainate dalle spedizioni di alimenti e mangimi, oltre che dalle automobili. Le importazioni di beni sono crollate del 2,3%. Tra le diminuzioni delle importazioni di forniture industriali, beni strumentali, autoveicoli e beni di consumo.

Il dipartimento del commercio ha anche riferito che le scorte al dettaglio sono aumentate dello 0,3% a settembre, dopo essere diminuite dello 0,2% nel mese precedente. Gli inventari al dettaglio, esclusi i veicoli a motore – che vanno nel calcolo del prodotto interno lordo – hanno guadagnato lo 0,3% dopo essere scivolati dello 0,2% ad agosto. Tuttavia le scorte all’ingrosso sono diminuite dello 0,3% il mese scorso dopo essere rimaste invariate ad agosto.

I dati di questo mese hanno mostrato un raffreddamento della crescita dell’occupazione a settembre ed un calo delle vendite al dettaglio per la prima volta in sette mesi. Anche la produzione manifatturiera è diminuita il mese scorso: in parte a causa di uno sciopero della produzione automobilistica depressa da General Motors. L’economia sta perdendo slancio in gran parte a causa della guerra commerciale in corso da 15 mesi. Quest’ultima ha indebolito la fiducia delle imprese e minato le spese in conto capitale. Lo stimolo del pacchetto di taglio delle tasse da $ 1,5 trilioni dell’anno scorso si sta indebolendo e sta anche limitando la crescita.

Secondo un sondaggio condotto da Reuters, nel terzo trimestre il PIL probabilmente registrerà un tasso annualizzato dell’1,7%. L’economia è cresciuta ad un tasso del 2,0% nel secondo trimestre, rallentando dal ritmo vivace del 3,1% del primo trimestre. Mercoledì il governo pubblicherà la sua istantanea del PIL del terzo trimestre.

Leggi anche: Caterpillar: taglia l’outlook a causa del crollo delle costruzioni in Cina