USA: calano le richieste dei sussidi di disoccupazione

Un ennesimo segnale positivo per il mercato del lavoro americano.

0
sussidi usa

Il livello delle richieste di sussidi di disoccupazione USA è stato inferiore alle attese. Infatti il numero di americani che hanno presentato richieste è sceso più in basso la scorsa settimana. Un ennesimo segnale positivo per il mercato del lavoro americano.

Le richieste iniziali per le indennità di disoccupazione statali sono diminuiti di 2.000 a 222.000 nella settimana terminata il 28 dicembre. Questo secondo i dati del Dipartimento del Lavoro. Gli economisti si aspettavano 225.000 nuove richieste di sussidi. Mentre quest’ultime sono stati volatili nelle ultime settimane durante le festività, le medie a lungo termine indicano un leggero aumento. La media mobile a quattro settimane delle richieste, è aumentata da 4.750 a 233.250, il livello più alto da gennaio 2018.

Tuttavia, la tendenza alla base delle richieste rimane coerente con un mercato del lavoro che sta resistendo ai segnali di debolezza in altre parti dell’economia. Come ad esempio, un rallentamento della produzione USA ed investimenti aziendali poco brillanti. Gli economisti hanno attribuito la debolezza, all’incertezza intorno alla guerra commerciale USA-Cina lanciata dal presidente Donald Trump.

A novembre, il tasso di disoccupazione negli Stati Uniti è tornato al 3,5%, il più basso in quasi mezzo secolo.

La forza del mercato del lavoro sta sostenendo la spesa dei consumatori, mantenendo l’economia su un moderato percorso di crescita nonostante i venti contrari delle tensioni commerciali e il rallentamento della crescita globale che ha pesato sulla produzione. Il rapporto di oggi infine, ha anche mostrato che il numero di persone che ricevono sussidi dopo una settimana iniziale di aiuti è salito da 5.000 a 1,73 milioni per la settimana terminata il 21 dicembre.