Ryanair: previsti $325 milioni di perdita nel trimestre

L'utile di Ryanair per l'esercizio chiuso al 31 marzo arriverà a soli 950 milioni di euro.

0
ryanair

Ryanair Holdings Plc ha previsto un colpo di 300 milioni di euro ($ 325 milioni) per il trimestre che si è appena concluso.

L’utile per l’esercizio chiuso al 31 marzo 2020 arriverà a soli 950 milioni di euro. Con i suoi aerei fermi principalmente ad aprile e maggio, Ryanair ha affermato che è impossibile prevedere in che modo i risultati si formeranno nei prossimi mesi.

“Data la continua incertezza sull’impatto e sulla durata della pandemia di Covid-19, al momento non è possibile fornire una guida FY21”.

→ Consulta in tempo reale l’attuale quotazione del titolo RYANAIRClicca qui

Il calo dei prezzi del petrolio è generalmente positivo per le compagnie aeree, perché il carburante per aerei è una delle loro spese maggiori. I vettori come Ryanair però, si affidano a posizioni di copertura per proteggersi da futuri aumenti di prezzo. Ma al momento il board societario ha realizzato che le polizze assicurative precedentemente sottoscritte, costano loro più denaro del previsto. La società ha bloccato gli acquisti a prezzi molto più alti, prima della caduta libera del greggio alimentata dal virus e dello scontro tra i principali produttori di petrolio.

La crisi petrolifera offre scarso sollievo alle compagnie aeree fortemente coperte.

È un’altra sfida per l’industria aerea che, dopo le misure di protezione contro la diffusione del Covid-19, hanno visto un brusco arresto dei viaggi. Ryanair ha affermato che ora opera con meno di 20 voli giornalieri, rispetto a un normale programma di oltre 2.500 al giorno.

La compagnia ha dichiarato che il suo bilancio rimane solido, con liquidità e mezzi equivalenti per 3,8 miliardi di euro e 327 aerei liberi e senza debiti. Per risparmiare denaro, Ryanair ha affermato che sta rinviando gli investimenti di capitale, sospendendo i riacquisti e tagliando le retribuzioni della direzione. La società ha dichiarato di essere in trattativa con i sindacati per accedere al sostegno del personale sui salari attraverso la sua impronta europea.

Daniel Roeska, analista di Bernstein:

“Prevediamo che la compagnia aerea possa resistere a una recessione più lunga di molti concorrenti nell’area europea. La società potrebbe mantenersi ai livelli attuali fino alla fine dell’anno solare con le risorse attuali”.

Roeska ha dichiarato inoltre che l’aggiornamento del bilancio è stato positivo. Ma ha voluto ulteriori informazioni sull’esposizione del vettore low cost sui rimborsi dei biglietti e sul saldo dei ricavi per i voli che verranno effettuati una volta che i viaggi riprenderanno.