Questo grosso investitore ha acquistato 3 milioni di azioni Netflix

Ackman ha iniziato a costruire la sua partecipazione in Netflix venerdì scorso utilizzando i proventi della liquidazione di una posizione di copertura.

0

Bill Ackman, il miliardario di hedge fund manager, ha acquistato una quota di 1,1 miliardi di dollari in Netflix. Il tutto, mentre cerca di capitalizzare su una forte svendita che ha quasi dimezzato il valore di mercato della società di streaming negli ultimi mesi.

Vedi anche: Mercati Finanziari è già tempo di comprare? Correzione terminata ?

Pershing Square, il gruppo di investimento di Ackman, ha acquistato 3,1 milioni di azioni Netflix negli ultimi giorni. Ed é diventato così uno dei primi 20 azionisti della società, secondo una lettera agli investitori. All’attuale prezzo delle azioni di $ 359,70, ciò equivale a una quota di $ 1,1 miliardi. “Molti dei nostri migliori investimenti sono emersi quando altri investitori, i cui orizzonti temporali sono a breve termine, scartano grandi società a prezzi che sembrano straordinariamente attraenti quando uno ha un orizzonte a lungo termine”, ha scritto Ackman.

Il prezzo delle azioni di Netflix è sceso di oltre il 40% da un picco di ottobre di circa $ 700 per azione. Il titolo ha perso oltre il 20% venerdì. Dopo che la società ha avvertito che la crescita degli abbonati rallenterà notevolmente nei primi tre mesi del 2022.

Negli ultimi dieci anni, le azioni di Netflix sono aumentate vertiginosamente poiché la società ha aperto la strada a un modello di streaming che ha ribaltato Hollywood. Ma è stato assediato dalla concorrenza. Gruppi di media come Disney e WarnerMedia hanno lanciato i propri servizi rivali. Ackman ha affermato di essere stato attratto da Netflix a causa delle dimensioni della sua attività di streaming. Secondo lui ha il potenziale per attirare abbonati e addebitare loro prezzi più elevati. Ha anche affermato che la pipeline di contenuti della società potrebbe consentirle di respingere la concorrenza e aumentare i margini.

Ackman ha iniziato a costruire la sua partecipazione in Netflix venerdì scorso utilizzando i proventi della liquidazione di una posizione di copertura, che Pershing Square ha accumulato all’inizio del 2021 per proteggersi dall’aumento dei tassi di interesse. Pershing Square ha venduto l’80% della sua copertura sui tassi di interesse negli ultimi giorni. Generando 1,25 miliardi di dollari in contanti, la maggior parte dei quali è stata investita nelle azioni in crisi di Netflix.

A mezzogiorno di mercoledì, Pershing Square aveva srotolato la maggior parte della siepe. Il presidente della Federal Reserve Jay Powell ha successivamente rifiutato di escludere una serie aggressiva di aumenti dei tassi di interesse nel 2022, provocando un aumento dei rendimenti del debito pubblico.

“Se non avessimo venduto la copertura, avremmo probabilmente potuto realizzare più guadagni in base all’aumento dei [rendimenti], in gran parte oggi, dalla nostra vendita”, ha scritto Ackman nella sua lettera.

“Detto questo, ritenevamo che l’opportunità di investire in Netflix a prezzi correnti offrisse un rischio/rendimento più interessante e probabilmente maggiori profitti a lungo termine per i fondi”, ha aggiunto.

Hai trovato questo articolo interessante? Iscriviti al nostro canale Telegram gratuito: clicca qui