Outlook S&P 500: possibili target verso 4500 punti

L'S&P 500 aumenterà tra l'8% e il 22% l'anno prossimo dai livelli attuali.

0
outlook s&p 500

Una stretta maggioranza di Strategists di mercato intervistati da CNBC prevede che le azioni statunitensi continueranno a salire nel 2021, con l’S&P 500 che aumenterà tra l’8% e il 22% l’anno prossimo dai livelli attuali.

La stragrande maggioranza dei 20 strateghi di mercato delle principali istituzioni finanziarie con sede in USA, ha previsto che l’S&P possa salire tra i 4.000 e i 4.500 il prossimo anno. L’indice ha terminato la sessione di lunedì 3.691,96 pti, appena sotto il massimo di chiusura del 2020. Quattordici di essi hanno definito il loro punto di vista sulle azioni del prossimo anno “cautamente ottimista”. Tre hanno affermato di essere “molto ottimisti”. I restanti tre hanno affermato di essere “cauti”.

Gli analisti ottimisti hanno citato, come motivazioni principali, le speranze di continui stimoli economici statunitensi e il lancio dei vaccini anti Covid-19. Quest’ultimo è già iniziato in una manciata di paesi, incluso il Regno Unito.

Solo quattro strateghi hanno previsto che S&P finirà tra 3.500 e 4.000 il prossimo anno, e altri quattro si aspettano che l’indice scenderà da 3.000 a 3.500.

Vaccini

L’ampia gamma di opinioni tra gli intervistati sottolinea l’incertezza sulla produzione e sui piani di distribuzione del vaccino possa influenzare il sentiment. Gli Stati Uniti stanno riportando una media settimanale di oltre 2.000 morti per coronavirus ogni giorno. Il peggior numero di morti dall’inizio della pandemia, secondo i dati della Johns Hopkins University.

“Riteniamo che mentre ci avviciniamo al 2021, la storia più importante si focalizza sulla vera “riapertura” dell’economia USA e nel mondo. Ripresa guidata dalla distribuzione di vaccini e dall’aumento dell’attività economica globale. Nello scenario attuale in cui vediamo crescita e rimbalzo degli utili nel 2021, tassi d’interesse bassi e stimolo fiscale aggiunto al sistema … riteniamo sia un contesto favorevole per gli asset di rischio in generale”. Un altro intervistato ha affermato: “Riteniamo che i tassi bassi combinati con un rimbalzo degli utili S&P 500 faranno sì che le azioni raggiungano nuovi massimi nel 2021”.

Cauto ottimismo

Nonostante gli obiettivi ambiziosi per l’indice S&P 500 tra gli intervistati, anche alcuni degli intervistati ottimisti hanno affermato che osserveranno da vicino come verrà gestita la pandemia e le misure che i governi avvieranno per rilanciare l’economia. “Vedo un rialzo del 15% quando il mondo tornerà ad una cauta normalità. Le banche centrali di tutto il mondo hanno pompato così tanta liquidità per aiutare ad arginare il collasso del mercato, che condizioni di mercato più normalizzate daranno una ragione in più verso la prossima tappa della corsa al rialzo “. Rimane tuttavia doveroso guardare ai “ritardi nello stimolo fiscale USA, prossima ondata di Covid-19 e potenziali carenze di vaccini “.

Dollaro USA e altre valute

Gli strategists hanno condiviso inoltre le loro prospettive anche per le valute. Solo tre membri del gruppo hanno nominato il dollaro USA come il loro preferito tra dollaro, euro, yuan, yen e sterlina. Sei analisti su 20 hanno identificato l’euro come miglior performer, mentre sette hanno scelto lo yuan cinese. “Ci aspettiamo che l’euro sia spinto sia dal rimbalzo della zona euro dopo una doppia recessione dei primi mesi dell’anno che dalle preoccupazioni per le politiche fiscali e monetarie degli USA. Non solo, potrà pesare anche il crescente deficit commerciale e di bilancio degli Stati Uniti”.

“Una menzione d’onore va al dollaro australiano, che ha beneficiato dell’aumento dei prezzi delle materie prime, e allo yuan cinese. Quest’ultimo spinto dalla continua ripresa economica della Cina”.

Una grande istituzione vede infatti lo yuan verso area 6,25 contro il dollaro alla fine del 2021.

Un altro intervistato ha previsto che le politiche della zona euro aumenteranno la fiducia nella ripresa economica dell’Europa dopo la pandemia. “In realtà penso che l’euro possa perdere terreno nella prima parte del prossimo anno. L’Europa uscirà da questa nuova ondata di coronavirus prima degli Stati Uniti e questo li aiuterà a riprendersi più rapidamente degli Stati Uniti. Ancora più importante, la BCE rimarrà più accomodante della Federal Reserve statunitense nel 2021”.

Leggi anche: Usa e Covid-19: i guadagni dei 10 più ricchi d’America

Scelte di titoli per il 2021

Alla domanda su quali titoli e settori di spicco scommetterebbero per il 2021, la maggior parte ha risposto che piacciono i titoli “ciclici” poco costosi che trarranno vantaggio da una riapertura post-virus. Tra i titoli che gli analisti hanno identificato come azioni da acquistare e detenere nel 2021 ci sono: Exxon Mobil, Chevron, Baker Hughes, Boeing, Qualcomm, Visa e Disney.

“Qualcomm ha un valore con un obiettivo di fine anno 2021 a $ 170 per azione. Apple può mantenere il suo appeal come nuovo produttore di chip per i nuovi iPhone lanciati nel 2020”. Ma nel complesso, si è parlato poco di titoli tecnologici, i beniamini del mercato nel 2020.

Uno strategist ha detto: “Google è ancora un acquisto con obiettivo a 12 mesi di $ 2.119 per azione. La società cerca di recuperare il ritardo con altre grandi tecnologie con un rimbalzo nella spesa pubblicitaria, mentre settori come i viaggi e il turismo si riprendono. “

Un importante investitore istituzionale che ha preso parte al sondaggio ha dichiarato di puntare sui mercati emergenti rispetto ai mercati sviluppati in generale. La sua view infatti proietta un rialzo del 18% per l’indice MSCI Emerging Market entro la fine del 2021.

Hai trovato questo articolo interessante? Iscriviti al nostro canale Telegram gratuito: clicca qui