Oro: i prezzi possono aumentare ulteriormente

L'oro spot è salito a un record di $ 2,036,81 l'oncia, con un argento a $ 26,61 l'oncia .

0
oro

Il brusco rally dell’oro ha raccolto nel tempo maggiore forza, con i prezzi spinti sempre più in alto in un territorio record superiore ai $2.000 l’oncia. Alcune delle ragioni alla base del forte rialzo, le possiamo trovare nelle prospettive di maggiore stimolo per combattere la ricaduta economica a causa della pandemia, un’altra scivolata dei rendimenti statunitensi e maggiori rischi geopolitici.

Il metallo prezioso per eccellenza è aumentato di quasi il 30% quest’anno e potrebbe estendere ulteriormente i propri guadagni, mentre i governi e le banche centrali rispondono al rallentamento della crescita economica con grandi quantità di stimoli. Mary Daly, presidente della Federal Reserve Bank di San Francisco, ha dichiarato che l’economia americana ha bisogno di più sostegno di quanto si pensasse inizialmente. Il fascino dell’oro come riserva di ricchezza si sta rafforzando, con gli investitori che affrontano la prospettiva di una lunga ripresa globale ed un possibile declassamento delle valute legali. I grandi istituti bancari mondiali, tra cui Goldman Sachs, prevedono un rally dei prezzi fino a $2.300.

Paul Wong, market strategist di Sprott Inc.:

“Il palcoscenico è pronto per l’oro per continuare a salire più in alto. Vediamo un aumento della spesa fiscale, una politica monetaria estremamente accomodante in atto da anni e una difficile ripresa economica, come affermato dalla Fed.”
I cambiamenti nel mercato obbligazionario USA hanno sostenuto l’ascesa dell’oro, con un aumento sostenuto inoltre da un dollaro più debole.

I rendimenti reali dei titoli del Tesoro a 10 anni, sono scesi nuovamente nelle ultime settimane, toccando nella giornata di ieri un rendimento dello 0.5%. Il dollaro USA, ha generato un forte ribasso a luglio, riportando il Dollar Index anche al di sotto di area 93. Tali livelli non veniva scambiati dal lontano settembre 2018. La valuta USA ha registrato nuovi minimi nel 2020.

L’oro spot è salito a un record di $ 2,036,81 l’oncia, mentre i futures più attivi sono stati scambiati fino a $ 2,052 sul Comex. L’argento spot è salito a $ 26,61 l’oncia, il più alto dal 2013.

Nonostante la tendenza al rialzo e i driver macroeconomici a favore dell’oro, la velocità con la quale i prezzi hanno allungato al rialzo, aumenta il rischio di una correzione, secondo alcuni analisti. Tuttavia, il “toro” sembra rimanere intatto attualmente.

Infine, funzionari statunitensi e cinesi hanno in programma di valutare l’accordo commerciale delle nazioni questo mese sullo sfondo delle crescenti tensioni tra i paesi. Ci saranno dunque nuovi capitoli nella saga Usa-Cina ? Presto per dirlo, ma ci avviciniamo all’ultima parte dell’anno con molti scenari aperti. Donald Trump riuscirà ancora una volta a prendersi la scena e influenzare con le sue scelte, sui temi politici, economici e finanziari ?

Nell’attesa degli eventi futuri, registriamo nella giornata odierna un’ulteriore allungo rialzista delle quotazioni auree [+0.75%]: oro spot scambiato oltre i $2.033.

Hai trovato questo articolo interessante? Iscriviti al nostro canale Telegram gratuito: clicca qui