Netflix: i risultati del primo trimestre 2020

Netflix ha dichiarato di aspettarsi che il numero di spettatori e abbonamenti aumenterà anche nel secondo trimestre.

0
netflix

Netflix ha registrato un grande balzo negli abbonati, ma le azioni non hanno immediatamente reagisto in risposta al rilascio degli utili.

Inizialmente le azioni erano aumentate del 10% prima di accontentarsi di un guadagno inferiore all’1% nel trading after-hour. La società ha affermato di non poter prevedere con precisione la crescita futura degli abbonati a causa della pandemia, definendo le sue stime solo “congetture”.

Ecco un breve riassunto dei numeri di Netflix:

  • Utile per azione (EPS): $ 1,57
  • Entrate: $ 5,77 miliardi
  • Nuovi abbonati netti globali paganti: 15,77 milioni

Wall Street prevedeva un utile per azione di $ 1,65 su ricavi per $ 5,76 miliardi, sulla base delle stime. Si prevede che le i nuovi abbonati globali saranno pari a 8,2 milioni per il 2020. Tuttavia, è difficile confrontare i guadagni riportati con le stime degli analisti per il primo trimestre di Netflix, poiché l’impatto della pandemia di coronavirus sui guadagni ha complicato le valutazioni.

→ Consulta in tempo reale l’attuale quotazione del titolo NETFLIX: Clicca qui

Nella sua lettera agli azionisti, Netflix ha dichiarato di aspettarsi che il numero di spettatori e abbonamenti aumenterà anche nel secondo trimestre. Ma ha avvertito di un calo atteso degli spettatori e di un rallentamento della crescita lungo la strada quando le persone escono dagli ordini di blocco in tutto il mondo.

Netflix prevede minori abbonati netti nel terzo trimestre con la prevista riapertura delle economie.

Il CEO Reed Hastings:
“Non usiamo le parole ipotesi e congetture alla leggera. Li usiamo perché siamo in molti a sentire il vento ed è difficile dirlo. Ma l’intrattenimento su Internet sarà sempre più importante nei prossimi cinque anni? Si, non è cambiato nulla in questo. “

La compagnia ha dichiarato inoltre che gli spettacoli e i film che dovrebbe uscire nel secondo trimestre, sono ancora sulla buona strada per essere pubblicati come previsto, dal momento che le loro riprese erano già state completate. La società ha dichiarato che avrà un flusso di cassa negativo per l’anno di circa $1 miliardo. Migliore rispetto alla sua precedente aspettativa di $2,5 miliardi. Netflix ha anche affermato che la forza del dollaro USA danneggerà le sue entrate internazionali.

Hai trovato questo articolo interessante? Iscriviti al nostro canale Telegram gratuito: clicca qui

Andando oltre la fase iniziale della crisi, Netflix affronterà nuovi problemi poiché gli spettacoli e i film programmati, saranno posticipati. La produzione ha dovuto fermarsi soprattutto perché Netflix si è impegnata a spendere $ 150 milioni per aiutare il settore a superare la crisi. Ciò include un fondo da $ 100 milioni per aiutare i lavoratori dell’industria televisiva e cinematografica colpiti dalla crisi e una donazione di $ 30 milioni a terzi e organizzazioni senza scopo di lucro per assistere la troupe nel cast in paesi in cui Netflix ha una grande presenza produttiva.

Leggi anche: UniCredit accantona €900 milioni per attutire l’impatto del Covid-19