Netflix crolla del 10%. Che cosa è successo?

Le azioni Netflix sono crollate dell'8,4% nel pre-market. Mentre le azioni sono aumentate di quasi il 26% negli ultimi 12 mesi.

0

Netflix Inc. ha affermato che la crescita degli abbonati per il primo trimestre è stata più debole del previsto. Un potenziale segnale di avvertimento per l’azienda poiché i consumatori in molti paesi iniziano a emergere dai blocchi legati alla pandemia. Non solo  anche l’aumento della concorrenza nello streaming.

Guarda anche: Perchè Warren Buffett e Bill Gates vendono proprio queste Azioni ?

La società ha dichiarato ieri di aver aggiunto altri quattro milioni di abbonati su base netta a livello globale tra gennaio e marzo, meno della sua previsione di sei milioni.
“È solo un po ‘traballante in questo momento”, ha detto il presidente e co-amministratore delegato di Netflix Reed Hastings durante la videochiamata della società per discutere i risultati.
Le azioni Netflix sono crollate dell’8,4% nel pre-market. Mentre le azioni sono aumentate di quasi il 26% negli ultimi 12 mesi.

L’aumento degli abbonati nel primo trimestre è stato di gran lunga inferiore all’aumento di 15,8 milioni rispetto all’anno precedente, quando la diffusione del coronavirus si stava intensificando per la prima volta e le persone erano costrette a casa e abbuffavano di contenuti.
“C’è una spinta nel coinvolgimento che ottieni quando le persone si trovano in una situazione di blocco”, ha detto il capo delle operazioni di Netflix Gregory Peters in un evento per gli investitori il mese scorso.

Molti consumatori che vengono vaccinati si avventurano di più fuori dalle loro case e spostano la spesa nonostante la persistente minaccia rappresentata dal coronavirus. Le compagnie aeree stanno cercando una rinascita nei viaggi estivi. I cinema e altri luoghi hanno riaperto a New York, Los Angeles e altrove. Ristoranti e hotel, entrambi duramente colpiti da chiusure e restrizioni legate alla pandemia, hanno aumentato le assunzioni.
Netflix ha dichiarato in una lettera agli azionisti di ritenere che gli abbonati “la crescita sia rallentata a causa della grande spinta in avanti del Covid-19 nel 2020 e di una lista di contenuti più leggera nella prima metà di quest’anno, a causa dei ritardi nella produzione di Covid-19”.

Hai trovato questo articolo interessante? Iscriviti al nostro canale Telegram gratuito: clicca qui