Morgan Stanley: Tesla potrebbe valere $10 per azione

Le azioni di Tesla sono scese di circa il 38% quest'anno. Consegne di veicoli inferiori alle attese, problemi di liquidità ed un incidente legato alla funzione di autopilota.

0
tesla

Le azioni di Tesla sono scese di circa il 38% quest’anno. Consegne di veicoli inferiori alle attese, problemi di liquidità ed un incidente legato alla funzione di autopilota.

Ma questo potrebbe essere solo l’inizio del calo delle azioni, secondo un analista di Morgan Stanley Adam Jonas. Quest’ultimo ha tagliato la sua “bearish-view” sulle azioni di Tesla, aggiornando i TP da $ 97 a $ 10 in una nota oggi. Questo scenario rappresenterebbe un calo del 95% circa dal prezzo di chiusura di lunedì a $ 205,36 per azione.

Secondo il calcolo di Jonas, il prezzo delle azioni di Tesla è guidato dalla domanda per i suoi prodotti, dalla generazione di flussi di cassa e dall’accesso ai mercati dei capitali; e nessuno di questi fattori è stato particolarmente forte negli ultimi tempi.

“La forte decelerazione della domanda di quest’anno ha portato ad una sostanziale riduzione della capacità dell’azienda. Capacità di autofinanziarsi attraverso la generazione di flussi di cassa gratuiti, al margine che potenzialmente potrebbe incidere sull’accesso al capitale dell’impresa”.

“Il recente rialzo del debito societario da $ 2,7 miliardi, potrebbe fornire un anno extra di liquidità per gestire un’attività di queste dimensioni. Tuttavia, Tesla potrebbe ora trovarsi in un “circolo vizioso”. Una quotazione azionaria più bassa, può contribuire ad una potenziale decelerazione del morale dei dipendenti e potenzialmente un aumento del rischio di controparte sia con i clienti che con i partner commerciali. Inoltre influenzando potenzialmente ulteriormente i fondamentali”.

Tesla potrebbe aver saturato il mercato al dettaglio dei veicoli elettrici a batteria al di fuori della Cina ed avrebbe dovuto espandersi aggressivamente sul mercato interno cinese.

L’obiettivo di Fair Value di Jonas per Tesla è di $ 230 per azione.

L’analista Dan Ives ha tagliato il suo prezzo obiettivo a $ 230 da $ 275 per azione lunedì, citando le continue preoccupazioni riguardo alla capacità di Tesla di bilanciare questa” tempesta perfetta “. Tempesta perfetta “di domanda più debole e preoccupazioni di redditività” che peseranno sulle azioni di Musk & co.

Lunedi, le azioni di Tesla sono scese al livello più basso intraday da oltre due anni. Hanno esteso il calo dopo l’indiscrezione relativa ad una mail inviata dal CEO Elon Musk, in cui sottolineava in una nota sulle spese della compagnia, azioni per evitare problemi di cassa nei prossimi 10 mesi.

Nel mese di aprile, Tesla ha riportato di aver perso 702 milioni di dollari su base rettificata nei primi tre mesi dell’anno. La liquidità e le disponibilità liquide totali sono diminuite di $ 1,5 miliardi dalla fine del 2018 a $ 2,2 miliardi. La società all’inizio di maggio ha annunciato che stava raccogliendo più di $ 2 miliardi in un’offerta di debito per rafforzare il proprio bilancio e per altri progetti aziendali.

→ Consulta in tempo reale l’attuale quotazione del titolo TESLA Clicca Qui