Mais: si avvia a chiudere un mese di acquisti super !

Le quotazioni dei futures del mais, portano il guadagno di maggio al 20%, mentre le soft commodities si mobilitano sulla scia delle inondazioni del Midwest.

0
futures price corn

Le quotazioni dei futures del mais, portano il guadagno di maggio al 20%, mentre le soft commodities  si mobilitano sulla scia delle inondazioni del Midwest.

I futures del mais si stanno avviando a chiudere, con un aumento del 20% su base mensile, avvicinandosi al massimo di 3 anni. Le previsioni di piogge intense nelle principali aree agricole, comportano rischi e possibili ritardi ulteriori  per gli impianti. Tutto questo sta guidando un’impennata nella maggior parte delle materie prime agricole in questo mese.

I futures del mais sono aumentati del 3% circa oggi, raggiungendo il livello più alto da giugno 2016. Altri prodotti chiave, come la soia ed il grano, sono anch’essi in rialzo. I futures della soia sono aumentati del 3,5%, il livello più alto dal 16 aprile ed i futures del grano sono aumentati di quasi il 3%, raggiungendo così il massimo dal 14 febbraio.

“Il mercato si trova in una situazione in cui si avranno livelli di scorte molto bassi, piantagioni molto scarse ed entro la prossima primavera si potrebbe evidenziare un vero problema in questo settore”. Lo ha detto Peter Boockvar, Chief Investment Officer di Bleakley Advisory Group.

I futures sul mais sono aumentati di oltre il 20% questo mese, mentre i futures sulla soia sono aumentati di oltre il 2% a maggio. Infine i futures sul grano sono aumentati di oltre il 18% questo mese. In una primavera accompagnata dal record di piogge, le inondazioni nelle principali regioni agricole hanno causato ritardi senza precedenti alle piantagioni. Hanno provocato inoltre, livelli di scorte inferiori alle attese.

Il livello di produzione di mais, hanno raggiunto solo il 58% del livello solitamente prodotto dalle piantagioni. Per la soia, produzione in calo al 30%, contro il 65% di riferimento storico.

Dati dell’USDA dal 1980, “non sono mai stati così ritardato”.

CitiGroup in una nota: “Vediamo i rischi di prezzi al rialzo in corso per il mais, se il meteo piovoso persiste fino a maggio / inizio giugno. Gli agricoltori potrebbero ridurre l’area di produzione di mais e spostare la semina verso i fagioli tardivi. Un rischio ribassista invece, per il complesso dei semi oleosi, specialmente se la Casa Bianca sovvenziona la produzione di soia. Grano più neutrale, che è stato trascinato più in alto dal mais .”

Accanto al maltempo, la guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti complica ulteriormente il quadro delle piantagioni. Prima che le tensioni commerciali aumentassero, la Cina era responsabile di oltre il 60% delle esportazioni di soia.

La scorsa settimana, il presidente Trump ha annunciato un pacchetto di aiuti agricoli da 16 miliardi di dollari per aiutare gli agricoltori, un gruppo che ha avuto un ruolo importante nella vittoria di Trump nel 2016, colpiti dalla guerra commerciale. La legislazione sugli aiuti agricoli compenserà gli agricoltori, principalmente in pagamenti in contanti, per la perdita di circa 10 mesi di guerra commerciale.

L’aumento dei prezzi delle materie prime avrà anche un impatto sui ristoranti, che hanno margini sottili come è, ha detto Boockvar. I prezzi del cibo sono circa il 30% della base dei costi di un ristorante, con la manodopera che rappresenta quasi tutto il resto del saldo, ha detto.

→ Consulta in tempo reale l’attuale quotazione del Future del MAIS: Clicca qui