L’UE potrebbe aprire un procedimento legale contro la Germania

La Commissione Europea potrebbe aprire un procedimento legale contro la Germania per la sentenza della corte costituzionale di martedì scorso.

0
ue ursula von der layen

La Commissione Europea – e l’UE – potrebbero aprire un procedimento legale contro la Germania per la sentenza della corte costituzionale di martedì scorso.

Martedì scorso il tribunale tedesco di Karlsruhe ha concesso alla BCE tre mesi per giustificare il suo programma di aiuto della zona euro di punta ed ha dichiarato che la Bundesbank dovrebbe abbandonarlo. Per stimolare l’economia e l’inflazione, la banca centrale ha investito circa 2,6 trilioni di euro in titoli di stato e altri titoli da marzo 2015. Karlsruhe era di gran lunga il più grande sottoprogramma PSPP. Si sospetta che la BCE la stia utilizzando per finanziare il governo e la politica economica. Le è vietato fare entrambe le cose.

Segui l’Analisi Flash dei Mercati Finanziari oggi, Domenica 10 Maggio 2020alle ore 21:30, per partecipare alla diretta gratuita: clicca qui

In risposta, la corte suprema dell’Unione europea – che in precedenza aveva dato il via libera al sistema della BCE – e la Commissione Europea hanno affermato che il diritto dell’UE ha la precedenza sui regolamenti nazionali. Hanno aggiunto che le sentenze della Corte di giustizia europea erano vincolanti per i tribunali dei 27 stati membri del blocco.

Il presidente della Commissione Ursula von der Leyen ha fatto un ulteriore passo avanti, dicendo che l’esecutivo dell’UE potrebbe aprire un procedimento legale contro Berlino.

“La recente sentenza della Corte costituzionale tedesca ha messo in luce due questioni dell’Unione europea: il sistema dell’euro e il sistema giuridico europeo. Tuttavia, ora stiamo analizzando in dettaglio la sentenza della Corte costituzionale tedesca. E esamineremo i possibili passi successivi, che potrebbero includere l’opzione di procedure di infrazione” .

Le violazioni sono casi legali che la Commissione può proporre alla Corte di giustizia dell’UE con sede a Lussemburgo. Se Bruxelles ritiene che uno stato membro stia violando il diritto dell’UE, il tribunale può ordinare a una nazione di fare ammenda o affrontare pesanti multe.

Hai trovato questo articolo interessante? Iscriviti al nostro canale Telegram gratuito: clicca qui