Lo yuan cinese è ancora ben lungi dal diventare un safe asset

Lo yuan ha un "cammino molto, molto lungo davanti" prima che possa diventare una vera alternativa al dollaro e ai Treasurys.

0
yuan cinese

” Non aspettatevi che lo yuan cinese diventi presto un’alternativa “rifugio” al dollaro o ai Treasury statunitensi.” Parole di Ebrahim Rahbari, responsabile globale delle analisi dei cambi di Citi.

Rahbari ha spiegato che i cosiddetti beni rifugio rispettano in genere determinati attributi. In primo luogo, ha detto l’analista, tendono ad offrire una riserva di valore a lungo termine. A breve termine, ha aggiunto, forniscono anche “rifugio” durante i “periodi di crisi”.

“Chiaramente, lo yuan non si qualifica”, ha detto Rahbari. “Non puoi entrare e uscire, sia in termini di quanto sia facile accedere … ai mercati finanziari locali, sia perché la liquidità non è presente in molti dei beni ancora”.

Di conseguenza, anche se le prospettive per l’economia cinese e i suoi mercati finanziari sono “ampiamente più favorevoli”, lo yuan ha un “cammino molto, molto lungo davanti” prima che possa diventare una vera alternativa al dollaro e ai Treasurys, il Citi disse l’analista. “Per il momento, c’è un po ‘di dibattito se l’euro può avere un po’ di una finestra per rientrare in quel “gruppo”. Penso che lo yuan, sia ancora molto, molto lontano “.

Leggi anche: “Seduti” sui profitti obbligazionari: vendere, diversificare o attendere?

Dollaro-Yuan

Lo yuan si è notevolmente rafforzato nei giorni scorsi a seguito di un’impennata nei mercati azionari cinesi, con il composito di Shanghai che è salito di quasi il 6% solo lunedì. Lo yuan è stato scambiato a 6,99 contro il dollaro a partire da giovedì pomeriggio [ora di Singapore], dopo aver visto livelli superiori a 7,05 all’inizio del mese. La controparte offshore della valuta, nel frattempo, ha cambiato mano a 6,9892.

Alla domanda sulle prospettive per lo yuan, Rahbari ha dichiarato: “Quando guardiamo allo yuan, dobbiamo sempre contrastare ciò che sta accadendo in Asia con ciò che sta accadendo con il dollaro in generale”. Al momento, entrambi questi fattori sembrano “puntare verso un ribasso” per il dollaro-yuan.

“La sensazione è che la regione asiatica si stia riprendendo, e che forse i mercati delle attività cinesi stiano recuperando terreno con sentiment positivo. Nono solo, stiamo assistendo a una certa pressione al ribasso sul dollaro USA in senso lato. Pensiamo che rimarremo al di sotto dei 7 e c’è sicuramente qualche spazio ulteriore al ribasso, rispetto a dove siamo adesso”.

Hai trovato questo articolo interessante? Iscriviti al nostro canale Telegram gratuito: clicca qui