La ripresa del mercato rassicura Warren Buffett

Il conglomerato di Warren Buffett, ha riportato utili netti nel secondo trimestre pari a $26,3 miliardi.

0
warren buffett

Il conglomerato di Warren Buffett, ha riportato utili netti nel secondo trimestre pari a $26,3 miliardi.

Berkshire Hathaway Inc. ha dichiarato che i suoi guadagni del secondo trimestre sono aumentati dell’86%, poiché il rimbalzo del mercato azionario ha compensato il calo degli utili nelle operazioni della società e una grande svalutazione per Precision Castparts Corp. Berkshire infatti ha riportato utili netti del secondo trimestre pari a $26,3 miliardi, o $16.31 per l’equivalente di azioni di Classe A. Dai $14,1 miliardi o $8.60 per azione, nel periodo precedente.

Gli utili operativi, che escludono alcuni risultati di investimento, sono scesi a 5,5 miliardi di dollari, dai 6,1 miliardi di dollari dell’anno precedente. I profitti sono aumentati nell’ambito delle vaste operazioni assicurative della società, mentre le ferrovie, i servizi pubblici, l’energia e altre attività sono diminuite.

Berkshire ha subito una svalutazione di $ 9,8 miliardi per Precision Castparts nel trimestre.

Berkshire ha acquistato Precision Castparts per circa 32 miliardi di dollari nel 2016. La società, che fornisce parti per i produttori di aeromobili e produce attrezzature per centrali elettriche e l’industria petrolifera e del gas, è stata colpita duramente dalla pandemia.

I grandi investimenti, soprattutto nel mercato azionario e un cambiamento delle regole contabili negli ultimi anni, ha fatto sì che i guadagni di Berkshire, spesso riflettano la performance del mercato azionario. Dato il cambiamento, gli utili operativi della società sono spesso un riflesso più accurato delle prestazioni delle sue vaste operazioni commerciali. L’ultimo rapporto sugli utili arriva nel mezzo di un anno tumultuoso nell’economia e nei mercati a causa dell’impatto del coronavirus.

Nel primo trimestre, i cali del mercato hanno intaccato i profitti del Berkshire nel primo trimestre. Le azioni sono rimbalzate in modo significativo da allora. L’ S&P 500 ha chiuso il secondo trimestre con un aumento del 20%, il più grande guadagno percentuale dagli ultimi tre mesi del 1998.

Nonostante la reputazione di acquistare spesso società direttamente o di concedere prestiti diretti durante i periodi di turbolenza dei mercati, l’azienda di Buffett è rimasta in gran  silenzio per gran parte della pandemia. Il più grande affare dell’azienda è arrivato all’inizio di luglio, quando Berkshire ha annunciato un accordo per l’acquisto del business energetico midstream di Dominion Energy per 9,7 miliardi di dollari compreso il debito. Un acquisto in pieno stile Buffett: in quanto le azioni della Dominion erano in declino e lui conosce bene il settore.

Berkshire è stato inoltre un venditore attivo di alcune importanti partecipazioni azionarie durante la pandemia. Ha venduto tutte le sue partecipazioni aeree e, più recentemente, ha rivelato di aver tagliato la maggior parte delle sue partecipazioni in Goldman Sachs. L’azienda ha acquistato azioni di Bank of America Corp., secondo i documenti normativi.

Leggi anche: Bank of England: tassi stabili, ma outlook economico più debole.

Berkshire ha aumentato il suo piano di riacquisto nel trimestre, aggiungendo circa $ 5 miliardi di azioni. Un trimestre fa, ha acquistato $1,74 miliardi di azioni del Berkshire, nonostante in passato sia stata per anni senza ricomprare le sue azioni. Buffett ha a lungo sostenuto che potrebbe aumentare il valore per gli azionisti attraverso gli investimenti piuttosto che attraverso riacquisti o dividendi. L’azienda ha comunque effettuato regolarmente acquisti di azioni proprie dal 2018.

Le azioni di Classe A hanno chiuso venerdì a $ 314.333, in calo del 7,4% da inizio annua. In confronto, l’S & P 500 è aumentato del 3,7% per l’anno.

L’89enne Mr. Buffett, i cui accorti investimenti gli sono valsi il soprannome di “l’Oracolo di Omaha”, ha un sacco di capitale cash a portata di mano per future acquisizioni. Berkshire deteneva una liquidità di circa $146,6 miliardi alla fine del secondo trimestre, rispetto ai circa $137,3 miliardi di liquidità alla fine del primo trimestre.

Hai trovato questo articolo interessante? Iscriviti al nostro canale Telegram gratuito: clicca qui