La Fed si prepara a finanziare nuovi prestiti per le piccole imprese

Il Ministero del Tesoro che lavora su un programma per facilitare più prestiti alle piccole imprese.

0
fed - federal reserve

Il Ministero del Tesoro USA e la Fed lavorano su un programma per facilitare più prestiti alle piccole imprese. La Federal Reserve ha dichiarato ieri, che creerà un nuovo programma per finanziare i prestiti, che le banche e altri finanziatori, concederanno attraverso il programma di prestiti di emergenza per le piccole imprese.

La mossa libererà risorse finanziarie per offrire più prestiti garantiti dal Programma di protezione dei salari della Small Business Administration. Questo fa parte di un pacchetto di aiuti economici da $ 2,2 trilioni che il presidente Trump ha firmato il mese scorso, per aiutare le persone e le aziende colpite dalla pandemia di coronavirus. In una dichiarazione di ieri, la Fed ha affermato che per facilitare più prestiti alle piccole imprese, istituirebbe un meccanismo che offre finanziamenti a termine garantiti da prestiti PPP. Ha detto che ulteriori dettagli saranno annunciati alla fine di questa settimana. La Fed ha lavorato al programma con il Dipartimento del Tesoro. I prestiti sono progettati per coprire circa due mesi di spese per il personale e altri costi essenziali.

Il settore bancario ha sollecitato l’amministrazione Trump ad istituire un programma per l’acquisto di prestiti da istituti di credito. Il che, aiuterebbe a liberare i bilanci delle banche in modo che possano offrire più prestiti. I prestiti non richiedono che la Fed o il Ministero del Tesoro si assumano il rischio di subire perdite, poiché sono già assicurati dalla Small Business Administration, un’agenzia governativa. Di conseguenza, il finanziamento dei prestiti da parte della Fed, sarebbe simile a come le altre entità sostenute dal governo acquistano mutui che vengono raggruppati ed emessi come titoli, consentendo così ai finanziatori di realizzare più mutui che soddisfano determinati standard.

Rebecca Romero Rainey, presidente degli Independent Community Bankers of America, in una lettera domenica al segretario al Tesoro Steven Mnuchin:
“Questo concetto funziona bene nel mercato ipotecario americano e dovrebbe essere replicato per soddisfare la domanda di prestiti del programma in questa crisi”.

La Fed però è soggetta a restrizioni sui tipi di attività che può acquistare direttamente. Può creare strutture flessibili di prestito per acquisire prestiti o altre attività. La Fed ha già lanciato sei strutture dal momento che la pandemia di coronavirus ha portato il lock-down. L’arresto generalizzato dell’attività commerciale si è ripercossa sui mercati finanziari. Incluso il meccanismo in base al quale presterà denaro agli investitori per acquistare titoli garantiti da piccole imprese e prestiti per studenti e carte di credito.

Rainey ha affermato che la Fed dovrebbe fornire anche anticipi alle banche rispetto ai prestiti, per migliorare ulteriormente la capacità del programma di prestiti per le piccole imprese. Secondo la legge, le banche sono tenute a conservare i prestiti sui loro libri per sette settimane prima di venderli. Ciò potrebbe rendere difficile per le banche più piccole – con limitazioni limitate di capitale e liquidità – tenere il passo con la domanda dei clienti.

Le banche infatti hanno faticato a tenere il passo con un’impennata della domanda per i nuovi prestiti dopo che il lancio di venerdì scorso del programma. Trump ha dichiarato su Twitter che sarebbe tornato al Congresso per chiedere più soldi se i fondi fossero finiti. A partire da lunedì mattina, la SBA ha elaborato 124.000 prestiti per un totale di $ 36 miliardi, da oltre 2.300 istituti di credito, hanno riferito funzionari del Tesoro ai legislatori.

Cosa può fare la Federal Reserve per combattere la recessione

La creazione di uno sbocco per il finanziamento dei prestiti mostra come Washington si sta muovendo rapidamente per espandere il programma, se necessario. Il programma è separato dai precedenti della Fed, ed è chiamato Main Street Lending Facility. Aiuterà le imprese che sono troppo grandi per beneficiare dell’aiuto dei programmi SBA e troppo piccole per ricevere aiuti dalle strutture di prestito che la Fed sta creando per grandi società molto apprezzate.

L’ultima espansione della Fed andrà particolarmente a beneficio delle banche della comunità, i cui bilanci potrebbero rapidamente ampliarsi a causa del volume di prestiti previsto. Andy Schornack, amministratore delegato della Flagship Bank Minnesota, con sede a Wayzata, Minnesota, ha dichiarato che la banca aveva pianificato di limitare il volume dei prestiti a circa il 15% dell’attuale bilancio. A partire da lunedì mattina, la SBA ha elaborato 124.000 prestiti per un totale di $ 36 miliardi, da oltre 2.300 istituti di credito.

→ Consulta in tempo reale la quotazione dell’indice DOW JONES INDUSTRIALClicca Qui

Nel frattempo, i funzionari hanno elaborato alcuni dei primi nodi del programma, che il Tesoro e la SBA hanno istituito in soli sette giorni. Il governo ha raddoppiato il tasso di interesse sui prestiti, all’1%. Poche ore prima dell’inizio del programma e dopo che le piccole banche si erano lamentate del fatto che il basso tasso, renderebbe i prestiti non redditizi per molti di loro. La First Bank di Hamilton, nel New Jersey, ha ricevuto oltre 500 richieste di prestiti SBA, ha affermato l’amministratore delegato Patrick Ryan. La banca in genere elabora circa cinque prestiti SBA all’anno. L’annuncio della Fed lunedì è stata “una buona notizia”, ​​ha detto. “Sarà utile poter vendere alcuni di questi per creare la capacità di fare più prestiti.”

Alcuni esperti nella Silicon Valley, hanno anche avvertito che le startup potrebbero essere escluse dal programma. Le regole federali rendono difficile per le aziende di private equity o di venture capital qualificarsi come piccole imprese. Nonostante l’aumento della partecipazione delle banche al programma, il processo di candidatura è stato tutt’altro che semplice, hanno detto i funzionari dei gruppi commerciali bancari. Le banche sono ancora in attesa di chiarimenti sulla dicitura da includere nelle cambiali da inviare ai mutuatari prima di erogare i fondi.

Leggi anche: Yellen: il GDP USA potrebbe crollare del 30% nel Q2