Janet Yellen: ci sono troppo prestiti societari in USA

L'eccessivo indebitamento delle imprese crea rischi per l'economia.

0
Janet Yellen

Janet Yellen afferma che i troppi prestiti societari, ostacoleranno la ripresa economica. Gli elevati carichi di debito, favoriti da tassi bassi, potrebbero innescare un’ondata di insolvenze e tagli alle imprese.

L’ex presidente della Federal Reserve, ha detto ieri che le cattive scelte da parte di ampie fasce del settore finanziario e delle società, favorite in parte da bassi tassi e carenze normative, probabilmente renderanno più difficile per l’economia riprendersi dalla crisi del coronavirus. Mentre il settore bancario e finanziario era “generalmente in buona forma” prima della crisi, i problemi stavano già prendendo forma.

“Le società non finanziarie sono entrate in questa crisi con enormi carichi di debito, e questa è una vulnerabilità. Avevano preso in prestito eccessivamente e non lo hanno fatto tanto per scopi produttivi come gli investimenti, ma per il riacquisto di azioni e il pagamento di dividendi agli azionisti. E mentre queste società hanno preso prestiti, gli investitori hanno anche abbassato la guardia per andare a caccia di alti rendimenti.”

Tutto ciò è avvenuto perché i bassi tassi di interesse hanno reso più semplice il prestito e le autorità di regolamentazione non avevano i poteri giusti per fermarlo. Le autorità di regolamentazione potrebbero intervenire solo se questi prestiti minacciassero la banca nell’erogare prestiti. Ma per la maggior parte dei casi non lo hanno fatto, ha affermato la signora Yellen.

La pandemia di coronavirus sta sconvolgendo l’economia globale.
L’eccessivo indebitamento delle imprese crea rischi per l’economia. E temo che lo vedremo a picco nei prossimi mesi, perché potrebbe innescare un’ondata di inadempienze aziendali. Anche laddove un’azienda eviti il ​​default, le imprese fortemente indebitate di solito riducono molto gli investimenti e le assunzioni. Ciò renderà più difficile la ripresa “.

Mrs. Yellen è una veterana di lunga data della Fed, che ha guidato tra il 2014 e il 2018. Prima di allora, ha lavorato come vice presidente sotto Ben Bernanke e ha guidato la Fed di San Francisco.

La Fed è stata a lungo perseguitata da lamentele secondo cui i bassi tassi che ha messo in atto durante la crisi finanziaria, hanno permesso di costruire un eccesso di mercato finanziario. Alcuni funzionari della Fed avevano avvertito in vista della pandemia di coronavirus, che gli alti livelli di indebitamento delle imprese non costituivano un rischio sistemico. Potevano amplificare i problemi se fossero arrivati.

La signora Yellen aveva guidato lo sforzo, ormai interrotto, per aumentare i tassi da livelli quasi zero alla fine del 2015 fino alla fine del suo mandato. Ma alcuni funzionari della Fed come l’attuale governatore Lael Brainard hanno affermato che, a posteriori con l’inflazione bassa, parte del ciclo di aumento dei tassi della banca centrale, potrebbe essere stato un errore.