J.P. Morgan: i risultati del primo trimestre 2020

J.P.Morgan ha registrato un profitto nel primo trimestre ben al di sotto delle aspettative degli analisti.

0
JP Morgan

J.P.Morgan ha registrato un profitto nel primo trimestre ben al di sotto delle aspettative degli analisti. Tutavia le entrate della banca hanno resistito alla pandemia del coronavirus.

Il calo degli utili è stato causato da un’enorme richiesta di $6,8 miliardi alle riserve di credito della banca. La mossa segnala che il management si aspetta un’impennata delle inadempienze nelle attività di prestito della società, dalle carte di credito nella sua divisione di consumo ai prestiti nel settore energetico, immobiliare e al dettaglio nelle sue operazioni commerciali.

La banca ha registrato utili trimestrali per azione di 78 centesimi, rispetto alla stima di $ 1,84 degli analisti. L’utile di 2,87 miliardi di dollari è precipitato del 69% rispetto all’anno precedente, trainato principalmente dalle disposizioni, mentre le entrate si sono dimostrate più resilienti, scendendo del 3% rispetto all’anno precedente a $ 29,07 miliardi. Le azioni della banca sono aumentate del 3% nella negoziazione del mercato primario.

La pandemia ha causato forti cali di profitto in tre delle quattro divisioni principali della banca; È stata risparmiata solo l’attività di gestione patrimoniale. Un altro punto positivo: la divisione commerciale di JPMorgan ha registrato un aumento delle entrate del 32% a un record di $ 7,2 miliardi. I ricavi del trading obbligazionario sono saliti a $ 5 miliardi, un massimo di $ 1 miliardo in più di quanto previsto dagli analisti, sulla maggiore attività dei clienti in titoli di stato, valute e mercati emergenti. La negoziazione di azioni per $ 2,2 miliardi ha eliminato anche le stime sull’aumento dei ricavi da derivati.

Il CEO di J.P.Morgan, Jamie Dimon nel comunicato sugli utili:

“JPMorgan Chase si è comportata bene in un ambiente operativo molto difficile e unico. Nel primo trimestre, i risultati della società sono stati estremamente buoni. Tuttavia, data la probabilità di una recessione abbastanza grave, è stato necessario creare riserve di credito di $ 6,8 miliardi, con un conseguente costo totale del credito di $ 8,3 miliardi per il trimestre.”

→ Consulta in tempo reale l’attuale quotazione del titolo J.P.MORGAN: Clicca qui

Hai trovato questo articolo interessante ? Iscriviti al nostro canale Telegram gratuito: clicca qui