Inflazione e mercati a rischio? Parla il Prof. Angelo Ciavarella

Le azioni statunitensi sono aumentate dopo che il rapporto sulla spesa dei consumatori ha sollevato speranze per le festività natalizie. 

0

L’elevato livello di spesa suggerisce solide vendite natalizie in questa stagione, sollevando l’economia nel suo complesso. J.P. Morgan ha affermato che sta aggiornando le sue aspettative di crescita, aumentando le sue previsioni per il prodotto interno lordo degli Stati Uniti del quarto trimestre al 5% dal 4% precedente.

Vedi anche: BitCoin crolla intraday che succede. Parla il Prof Angelo Ciavarella

La spesa è aumentata notevolmente presso i rivenditori online, insieme a grandi guadagni nei negozi di elettronica, elettrodomestici e ferramenta. Le vendite dei supermercati sono aumentate dell’1,1%. Mentre le vendite di ristoranti e bar sono rimaste stabili. Altri guadagni si sono verificati nelle stazioni di servizio, dove le vendite sono aumentate del 3,9%. Nelle concessionarie di auto, registrato un aumento dell’1,8%.

I rivenditori stanno aumentando le aspettative per le loro vacanze. Walmart Inc. martedì ha riportato un aumento delle vendite nel terzo trimestre, affermando di aver aumentato i prezzi poiché più consumatori hanno fatto acquisti in anticipo per le vacanze. Il rivenditore ha affermato che l’inventario degli Stati Uniti è aumentato mentre si prepara per “una forte stagione delle vacanze prevista”. Home Depot Inc., tra i diversi rivenditori che hanno riportato utili questa settimana, ha affermato che i risultati del terzo trimestre sono stati migliori del previsto.

Le azioni statunitensi sono aumentate dopo che il rapporto sulla spesa dei consumatori ha sollevato speranze per le festività natalizie. Alimentando un’inflazione sempre più consistente. “I consumatori dicono di essere pessimisti – abbiamo avuto un’inflazione molto alta – ma la verità è che sono in ottima forma in questo momento”. Ha affermato Gus Faucher, capo economista del PNC Financial Services Group.

Le vendite al dettaglio principali, una misura che esclude la spesa per auto, benzina, materiali da costruzione e servizi alimentari, sono aumentate dell’1,6%, dimostrando che i consumatori hanno aumentato la spesa discrezionale oltre ad accettare prezzi più elevati per i beni necessari. La spesa nei negozi di articoli sportivi, hobby, strumenti musicali e libri è aumentata dell’1,5% e nei grandi magazzini del 2,2%. Sia le farmacie che i negozi di abbigliamento hanno registrato modesti cali rispetto al mese precedente.

Hai trovato questo articolo interessante? Iscriviti al nostro canale Telegram gratuito: clicca qui