Goldman Sachs punta su queste 5 azioni per il 2022

Un anno forte di performance per i titoli di chip nel 2021 in mezzo a gravi carenze causate dalla pandemia non sta inducendo Goldman Sachs a ritirare le operazioni chiave nel settore.

0

Un anno forte di performance per i titoli di chip nel 2021 in mezzo a gravi carenze causate dalla pandemia. Tutto ciò non sta inducendo Goldman Sachs a ritirare le operazioni chiave nel settore. L’analista Toshiya Hari ha rivelato in una nuova nota di ricerca otto nomi di società che sono le scelte migliori per la banca di investimento.

Vedi anche: Conviene ancore investire nelle Growth stocks nel 2022 ?
Hari avverte, tuttavia, che la selezione dei titoli assumerà maggiore importanza quest’anno dopo una forte rincorsa in tutto il settore nel 2021.

“Nonostante le preoccupazioni cicliche, riteniamo che il 2022 offrirà ampie opportunità sui singoli titoli. Grazie alla dispersione nella performance dei prezzi a cui abbiamo assistito negli ultimi anni. Simile al nostro approccio verso il 2021, consigliamo agli investitori di possedere società/azioni che possono aumentare la crescita in una ripresa sostenuta o almeno compensare in parte la debolezza del settore più ampia in caso di flessione”, ha affermato Hari. La richiesta di Hari su questi titoli riflette diversi fattori.

In primo luogo, ci sono catalizzatori specifici del settore come l’espansione dei budget delle aziende per i data center. L’adozione in corso di smartphone 5G e il lancio dell’infrastruttura e un rimbalzo nella produzione automobilistica e industriale.
Hari spiegato, “Un’accelerazione in un’ampia gamma di settori secolari (ad esempio la transizione al cloud, la proliferazione di AI/ML, EV/ADAS e FA, tra le altre) che sono abilitate dai semiconduttori ha guidato o sta guidando un cambiamento fondamentale. Nel complesso, noi di Goldman Sachs entriamo nel 2022 con un atteggiamento un po’ più prudente. Prevediamo che i fondamentali rimarranno solidi fino al 1H22 e che eventuali segnali di moderazione/debolezza ciclica si manifesteranno nell’ultima parte dell’anno, al più presto.”

Per quanto riguarda altri importanti catalizzatori per questi titoli azionari, Hari ritiene che l’inflazione sia buona e la valutazione relativa rimane interessante.

“Il quadro di valutazione, tuttavia , è meno acuto per il titolo mediano nel nostro universo di copertura. In effetti, il titolo mediano nella nostra copertura è attualmente scambiato con uno sconto del ~7% rispetto all’SPX. Anche se siamo chiaramente consapevoli del ciclo e della tendenza dei multipli a comprimersi mentre ci avviciniamo al picco di un ciclo. Riteniamo che il settore meriti di essere scambiato con un premio per il mercato più ampio per il suo profilo di crescita dei ricavi superiore alla media. 2) profilo di margine. 3) generazione di FCF. 4) profilo di rendimento degli azionisti. 5) barriere all’ingresso”, ha aggiunto Hari.

Hai trovato questo articolo interessante? Iscriviti al nostro canale Telegram gratuito: clicca qui