FCA-TESLA: accordo strategico sulle emissioni

Fiat Chrysler Automobiles e Tesla annunciano di partnership per evitare le multe della Ue sulle emissioni.

0

Fiat Chrysler Automobiles e Tesla annunciano di partnership per evitare le multe della Ue sulle emissioni.

Il gruppo Fca ha siglato un accordo puramente “strategico”, accettando di versare centinaia di milioni di euro (la cifra esatta non è nota) nelle casse di Tesla . Il tutto per poter conteggiare i veicoli del costruttore americano nella propria flotta. Obiettivo? Non essere multata dall’Unione Europea per la violazione delle nuove norme sulle emissioni Ue. È quanto riportato dal Financial Times, secondo il quale questa iniziativa permetterà ad FCA di compensare le emissioni di anidride carbonica dalle sue auto. Infatti, grazie alle emissioni delle auto elettriche di Tesla, il livello di emissioni scenderà  in media al livello consentito.

Se da un lato sembra “guadagnarci” soltanto FCA, evitando le sanzioni, anche Tesla avrà il proprio tornaconto. Non dobbiamo dimenticare infatti, che l’attività di vendita di crediti sulle emissioni-zero delle sue auto, è una voce alternativa di business molto lucrativa per la casa automobilistica. Un dato su tutti: nel 2018 tali attività hanno generato per Tesla, incassi per 103,4 milioni di dollari.

Va sottolineato che l’accordo, secondo il documento UE, risale al 25 febbraio 2019. A seguito del quale si legge che FCA ha formato un team con Tesla, comprendendo anche i marchi Alfa Romeo, Jeep e Maserati. Il target di emissione UE di CO2 si attesta a 95g al Km. Nel 2018 le emissioni prodotte dai veicoli FCA, sono state pari a 120,5g al Km.

In una nota del Gruppo: ” Fca si impegna a ridurre le emissioni di tutti i propri veicoli e allo stesso tempo ottimizzerà le opzioni di conformità che i regolamenti offrono».

Questa mattina il titolo FCA, quotato a Piazza Affari, segna un avvio di seduta in positivo di oltre l’1%. Per seguire l’andamento delle quotazioni in tempo reale: Clicca Qui