FCA: la trimestrale deludente non preoccupa il mercato

Presentati oggi i conti del primo trimestre 2019, per FCA. Nonostante i dati deludenti, gli operatori a mercato hanno deciso di acquistare a mani basse il titolo.

0

Presentati oggi i conti del primo trimestre 2019, per FCA. Nonostante i dati deludenti, gli operatori a mercato hanno deciso di acquistare a mani basse il titolo.

Alcuni numeri del report pubblicato:

  • profitti in calo nel primo trimestre per Fca.
  • utile netto di 508 milioni, in calo del 47% rispetto al 2018.
  • ricavi in diminuzione del 5% a 24,481 miliardi.
  • ebit adjusted pari a 1,1 miliardi di euro, in calo del 29% rispetto all’analogo periodo del 2018.

Il CEO Mike Manley

“Il mercato sta rispondendo con entusiasmo al lancio dei nostri nuovi prodotti, mentre stiamo attuando tutte le iniziative necessarie a rafforzare le aree di business che hanno risultati più deboli. Sulla base di questi elementi e con i risultati del I trimestre in linea con le nostre attese, siamo fiduciosi sui nostri target per il 2019”.
L’ad si è soffermato anche sul tema alleanze. “Credo che onestamente nei prossimi 2 o 3 anni ci saranno significative opportunità di partnership e alleanze nell’auto a livello globale e Fca avrà un ruolo costruttivo, attivo e proattivo nel proprio settore”, ha spiegato.

Numeri in calo per Maserati

Per quanto riguarda i risultati del primo trimestre 2019 di Maserati:

le consegne sono scese del 41% a 5.500 unità, in parte per i programmati interventi di gestione delle scorte. I ricavi netti di Maserati sono scesi del 38% a 471 milioni di euro, con ebit adjusted in flessione di 75 milioni a 11 milioni di euro, e margine sceso di 910 punti base al 2,3%.

Quadro Tecnico

Un’analisi tecnica sul grafico giornaliero del titolo quotato a Milano, ci fa subito notare come gli acquisti dell’ultima giornata, possano aprire la possibilità di un miglioramento della view per il prossimo futuro. Una prosecuzione rialzista per FCA, vedrà una prima area di resistenza intorno a €14.85-15 in prima instanza. Un successivo livello di prezzo sensibile si trova a ridosso dei massimi di settembre 2018. Pericolosa una chiusura giornaliera al di sotto di area €13.20, che potrebbe riaprire le porte per un attacco ai minimi di periodo.

→ Consulta in tempo reale l’attuale quotazione del titolo FCAClicca qui