ENI: il cda propone un dividendo a 0.83€ per azione.

Il Cda di Eni ha approvato il bilancio 2018, proponendo uno stacco cedola pari a 0,83€ per azione.

0

Il titolo Eni chiude l’ottava con un frazionale rialzo. L’approvazione del bilancio 2018, con la proposta di dividendo 2019 a 0.83€ per azione, non ha richiamato ulteriori acquisti a Piazza Affari.  con un rally vero e proprio! Alla closing delle contrattazioni, la performance realizzata è superiore al +13%.

I risultati del 2018

La società del cane a sei zampe ha chiuso il 2018 con ricavi sono stati pari 76.93mld di euro in aumento rispetto ai 70.98mld del 2017. Il risultato operativo è salito a 10mld di euro rispetto agli 8mld del 2017. Cresce anche l’utile netto a 4,14mld di euro. Scende del 24% anno su anno l’indebitamento, che si è attestato a 8.29mld di euro.  Il cda ha proposto un dividendo per il 2019, pari a 0.83€ per azione.

Quadro Tecnico

Dal punto di vista tecnico il titolo, visualizzato su un time frame giornaliero, presenta un’area di prezzo molto interessante. Tracciando dei riferimenti statici, è possibile individuare in area 15.70 – 15.85€, un’area sensibile su cui le quotazioni nel passato hanno realizzate delle inversioni di tendenza significative. In ottica di breve termine, dopo i rialzi delle ultime settimana, è lecito rimanere in attesa di segnali chiari da parte dei prezzi sul livello chiave di mercato trattato, evitando esposizioni affrettate e in potenziale contro tendenza.

→ Consulta in tempo reale l’attuale quotazione del titolo ENI: Clicca qui