Crolla il Gold, cos’è successo e cosa devi sapere sull’oro

Essendo un asset privo di cedola risente negativamente della prospettiva di un aumento dei rendimenti obbligazionari.

0

Il prezzo del Gold è risultato il più colpito nelle ultime settimane di contrattazione.

Essendo un asset privo di cedola che si acquista nelle fasi di tensione e di rialzo dell’inflazione, risente negativamente della prospettiva di un aumento dei rendimenti obbligazionari e di contrasto dell’inflazione da parte della più potente banca centrale al mondo. Ma l’andamento molto negativo anche di altre materie prime, svela cosa vi sia stato dietro il loro boom negli ultimi mesi: la speculazione finanziaria.

Guarda anche: Croce della Morte su BITCOIN. Cosa è e perchè preoccupa gli investitori?

Infatti al momento il gold è ai massimi dallo scorso luglio e ha registrato una crescita del 7% rispetto a gennaio. Dopo il crollo di oltre il 2% di giovedì, venerdì ha recuperato quasi l’1% riportandosi poco sotto la resistenza di 1.900 dollari l’oncia. Nel breve termine le prospettive rimangono positive a detta della banca d’affari svizzera, specialmente considerando le dichiarazioni del Segretario del Tesoro, Janet Yellen, secondo cui la crescita dei prezzi potrebbe persistere fino a fine anno.

In settimana il presidente della Fed di Philadelphia, Patrick Harker, ha previsto che l’inflazione negli States potrebbe anche superare il 3% nel 2021. Se così fosse, per proteggersi dalla volatilità dei prezzi gli investitori potrebbero puntare sul bene di rifugio per eccellenza: il gold, per l’appunto.

Hai trovato questo articolo interessante? Iscriviti al nostro canale Telegram gratuito: clicca qui