Cina: vendite auto in calo per il 12° mese consecutivo

Le vendite di auto in Cina sono diminuite per il 12 ° mese consecutivo. Un crollo storico che ha lasciato i produttori in bilico.

0
auto cina

Le vendite di auto in Cina sono diminuite per il 12 ° mese consecutivo. Un crollo storico che ha lasciato i produttori in bilico, mentre le tensioni commerciali e le preoccupazioni economiche pesano sul sentiment dei consumatori.

Le vendite al dettaglio di berline, veicoli sportivi, minivan e veicoli multiuso sono crollate del 12,5% a 1,61 milioni di unità a maggio, ha riferito la China Passenger Car Association. Ciò segue un calo del 16,6% in aprile e del 12% in marzo. Lo slittamento senza precedenti ha colpito particolarmente i marchi locali e non solo. Anche Volkswagen, leader del mercato, ha visto le sue vendite diminuire quest’anno. Mentre la Cina questo mese ha svelato un piano di stimolo per aiutare a stimolare la domanda automobilistica, le politiche non includono alcuna nuova spesa dal governo centrale. Il feedback su tale azione è stato accolto con dubbi sulla capacità di poter rilanciare le vendite.

“È un momento piuttosto difficile per l’industria automobilistica”, ha detto ai giornalisti a Pechino Cui Dongshu, segretario generale della PCA. Le vendite di marchi cinesi sono diminuite del 26,5% il mese scorso, mentre le consegne di auto premium sono aumentate del 9,4%. La prima settimana di giugno ha mostrato un “leggero” aumento delle vendite totali rispetto ad un anno fa. Il tutto avviene, dopo che i concessionari hanno tagliato i prezzi per attirare gli acquirenti.

Ostacoli della domanda

Gli acquirenti sono rimasti lontani dagli showroom, perché i problemi economici ed i prezzi delle scorte hanno pesato sul loro potere d’acquisto. Nel frattempo, la crescente popolarità e la disponibilità di servizi di car sharing e di ride-ride, sta riducendo la necessità per le persone di acquistare veicoli. Il mercato sul quale le case automobilistiche globali hanno fatto affidamento per la crescita dagli anni ’90, rischia ora un prolungato declino, sollevando dubbi sui piani di espansione delle società in Cina. I produttori globali hanno investito miliardi di dollari nella speranza che il mercato più grande al mondo possa continuare a crescere. Anche quando la domanda di veicoli in Europa e Nord America diminuirà. Le vendite di auto a marchio Volkswagen sono diminuite dell’8% in Cina quest’anno fino ad aprile. Anche la Buick e la Chevrolet della General Motors Co. sono diminuite. Mentre in contro tendenza si sono dimostrate le vendite di Mercedes-Benz, BMW, Honda e Toyota sono avanzate.

I marchi locali Baojun, Dongfeng e Trumpchi sono tra quelli più duramente colpiti, con le loro vendite in calo del 40% o più su quella durata.