Cina: esportazioni e importazioni superano le attese a dicembre

Le esportazioni denominate in dollari sono aumentate del 7,6% rispetto all'anno precedente.

0
epsortazioni cina

Le esportazioni e le importazioni cinesi hanno entrambe superato le attese a dicembre, secondo quanto riferito dai dati dell’Amministrazione generale delle dogane.

A dicembre, le esportazioni denominate in dollari sono aumentate del 7,6% rispetto all’anno precedente, contro un calo dell’1,3% a novembre.

Le importazioni di dicembre sono aumentate del 16,3% rispetto all’anno scorso, secondo quanto riferito da Reuters citando i dati delle dogane cinesi. Gli economisti si aspettavano che le esportazioni in dollari aumentassero del 3,2% su base annua e le importazioni aumentassero del 9,6% nello stesso periodo.

La bilancia commerciale di dicembre si è attestata a $46,79 miliardi, contro un previsto $ 48 miliardi.

Alcuni economisti però ritengono che i dati commerciali migliori del previsto siano più un riflesso degli effetti di prezzo piuttosto che della forza attuale. A dicembre, il surplus commerciale della Cina con gli USA è stato di $ 23,18 miliardi, in calo rispetto ai $ 24,6 miliardi di novembre.

Le importazioni cinesi dagli Stati Uniti sono rimbalzate a novembre e dicembre, citando il vice ministro delle dogane cinese Zou Zhiwu. In particolare, le importazioni cinesi di soia e carne di maiale dagli USA sono notevolmente rimbalzate a dicembre. Zou ha aggiunto che il positivo sentiment USA-Cina sul commercio, ha aumentato la fiducia delle aziende a dicembre.

I rappresentanti commerciali statunitensi e cinesi dovrebbero concludere i negoziati bilaterali con un accordo di “fase uno” mercoledì. L’accordo promette potenzialmente miliardi di dollari di acquisti agricoli ed è probabile che segnerà l’inizio delle riforme della prassi di lunga data della Cina nel trasferimento forzato di tecnologia.

Ieri, gli USA hanno rimosso la Cina da un elenco di paesi considerati manipolatori di valuta, ha annunciato il Dipartimento del Tesoro.

Gli analisti hanno affermato che l’accordo commerciale di “fase uno” contribuirà a porre una soglia al di sotto delle esportazioni nel 2020. Anche una graduale ripresa della crescita del PIL tra i partner commerciali della Cina darebbe sostegno.

Leggi anche: La crescita dell’occupazione negli Stati Uniti rallenta a dicembre