Cautela da parte del n.1 della FED, J. Powell

"Le nostre azioni sono solo parte di una più ampia risposta del settore pubblico", ha dichiarato Powell.

0
JEROME POWELL FED

Jerome Powell, presidente della Federal Reserve, ha dichiarato che l’economia deve affrontare danni significativi a lungo termine. A causa della maggiore disoccupazione e dell’ondata di fallimenti delle piccole imprese a causa della pandemia. Tutto questo nonostante nonostante i recenti segnali di miglioramento.

“Fino a quando il pubblico non sarà sicuro che la malattia sia contenuta, è improbabile una completa guarigione”. Lo ha dichiarato Powell nella testimonianza presentata oggi al comitato al Senato.

Powell ha anche avvertito che, poiché le recenti perdite di posti di lavoro, per contenere la diffusione dell’infezione, sono diminuite maggiormente nei lavoratori a basso reddito, nelle minoranze e nelle donne. L’attuale recessione ha rischiato di ampliare le disparità negli standard di vita tra ricchi e poveri. “Se non contenuta e invertita, la recessione potrebbe ulteriormente ampliare le lacune nel benessere economico create dalla lunga espansione economica precedente”, ha dichiarato Powell.

→ Segui il TRADING LIVE di domani, 17 Giugno 2020 alle ore 9.00: Clicca Qui

Il Congresso deve affrontare scadenze incombenti su come affrontare i soccorsi temporanei per le imprese e i disoccupati che scadranno quest’estate, a seguito di quasi 3 trilioni di dollari in spese di emergenza e altri fondi. Le prospettive economiche suggeriscono che la banca centrale vede la necessità di un aiuto più diretto per evitare disoccupazione elevata e una cascata di fallimenti.

“Più dura la recessione, maggiore è il potenziale di danni a lungo termine dovuti alla perdita permanente del lavoro e alla chiusura delle attività”.

Il sostegno diretto da parte di fondi approvati dai funzionari eletti “può fare la differenza non solo nell’aiutare le famiglie e le imprese in un momento di necessità, ma anche nel limitare i danni di lunga durata alla nostra economia”.

Le osservazioni preparate da Powell sulla politica monetaria non hanno offerto nuove intuizioni sulle deliberazioni della banca centrale. Neanche su come strutturare un maggiore supporto una volta che la ripresa accelelerà ora che i tassi di interesse sono stati ridotti quasi a zero. La Fed ha preso provvedimenti senza precedenti durante l’attuale crisi per prestare a imprese, città e stati attraverso una serie di programmi di prestito di emergenza.

“Le nostre azioni sono solo parte di una più ampia risposta del settore pubblico”, ha dichiarato Powell. I funzionari della Fed la scorsa settimana hanno previsto che avrebbero mantenuto i tassi di interesse vicini allo zero almeno per il 2022.

La Fed manterrà i tassi di interesse vicini allo zero “fino a quando non saremo sicuri che l’economia abbia resistito agli eventi recenti e sia sulla buona strada per raggiungere i nostri obiettivi di massima occupazione e stabilità dei prezzi”, ha dichiarato oggi Powell. L’inflazione è diminuita negli ultimi mesi. Powell ha dichiarato di aspettarsi che i prezzi potranno rimanere al di sotto dell’obiettivo del 2% della banca centrale “per qualche tempo”.

Hai trovato questo articolo interessante? Iscriviti al nostro canale Telegram gratuito: clicca qui