BOE: Bailey non sta considerando tassi negativi

La crisi ha fatto precipitare l'economia del Regno Unito in quella che potrebbe essere la sua recessione più profonda in più di tre secoli.

0
andrew bailey

La Banca d’Inghilterra non sta attualmente considerando di abbassare i tassi di interesse al di sotto dello zero. Parole del governatore Andrew Bailey, il giorno dopo che anche il n.1 della FED ha respinto l’idea.

“Non è qualcosa che stiamo attualmente pianificando o contemplando”, ha detto Bailey durante una conferenza web con il Financial Times oggi. Tuttavia, ha aggiunto che “è sempre saggio, e in particolare in queste circostanze, non escludere nulla per sempre”.

I tassi negativi presenterebbero una sfida nelle comunicazioni e si dimostrerebbero difficili per le banche. Ciò, a sua volta, potrebbe minare la capacità della BOE di influenzare i costi di prestito in tutta l’economia. Gli investitori hanno rinnovato le scommesse secondo cui le principali banche centrali dovranno allentare maggiormente la politica per contrastare il massiccio shock economico provocato dalla pandemia del Covid-19.

La BOE ha già tagliato i tassi due volte. Ha aumentato il suo programma di allentamento quantitativo e ha indicato che potrebbe esserci un ulteriore allentamento. Come la Federal Reserve USA, tuttavia, sta tracciando la linea sui tassi negativi. Ieri il presidente della Fed Jerome Powell ha respinto la prospettiva che la banca centrale possa implementare tassi di interesse negativi in USA. Anche se non ha escluso completamente l’opzione come potenziale strumento in futuro.

La crisi ha fatto precipitare l’economia del Regno Unito in quella che potrebbe essere la sua recessione più profonda in più di tre secoli.

Il governo del Regno Unito sta aumentando l’emissione del debito per finanziare il sostegno all’economia. La BOE ne ha acquistato la maggior parte.  Il debito pubblico nel Regno Unito probabilmente supererà i 300 miliardi di sterline ($ 366 miliardi) nell’anno fiscale in corso,. Secondo le ultime previsioni del revisore fiscale della nazione, il governo spende di più per sostenere l’economia e i salari dei lavoratori.

Bailey ha negato che la banca centrale stia finanziando indebitamente il governo, dicendo che “le nozioni classiche e classicamente estreme di finanziamento monetario non stanno affatto accadendo”. Ha anche difeso l’enorme stimolo che le banche centrali hanno attuato in risposta alla crisi, ma era chiaro che alla fine si sarebbe dovuto esaminare l’enorme espansione dei bilanci dal 2008.

→ Consulta in tempo reale la quotazione del cambio valutario GBP/USD: Clicca qui

Le banche centrali devono pensare a “qual è il giusto tipo di termine per questo intervento, come dovrebbe la banca centrale gestire i propri bilanci?” ha detto. Tuttavia, “Non ho dubbi sul fatto che quello che stiamo facendo sia la cosa giusta da fare.”

Hai trovato questo articolo interessante? Iscriviti al nostro canale Telegram gratuito: clicca qui