Bitcoin: Goldman Sachs punta alla blockchain per digitalizzare le risorse

David Solomon ha detto che Goldman Sachs "assolutamente" vuole salire sul carrozzone blockchain, per una digitalizzazione delle proprie risorse. 

0
goldman sachs

David Solomon ha detto che Goldman Sachs “assolutamente” vuole salire sul carrozzone blockchain, per una digitalizzazione delle proprie risorse.

Il CEO della banca ha detto al quotidiano francese Les Echos Friday, che Goldman sta conducendo “una vasta ricerca sulla tokenizzazione” e crede che il futuro dei sistemi di pagamento sia destinato a vivere su sistema blockchain.

Solomon ha detto che è troppo presto per dire quale moneta digitale o piattaforma sarà in definitiva la vincitrice. La società ritiene che i grandi operatori finanziari, cercheranno di digitalizzare le loro operazioni per ridurre i costi e servire meglio i clienti. Il potenziale in cui crediamo, è la creazione attraverso la blockchain, di una moneta digitale stabile basata su un paniere di valute reali che possa spostare denaro oltre i confini e senza attriti. Questa è la direzione in cui andrà il sistema di pagamento. Ma se sia questa piattaforma o una delle altre cinquanta che la gente sta guardando che farà il massimo progresso, non posso dirlo.

J.P. Morgan ha detto in febbraio, che ha creato la “moneta JPM”. Un token digitale che verrà utilizzato per regolare immediatamente le transazioni tra i clienti per attività/pagamenti all’ingrosso. La scorsa settimana Facebook ha anche svelato un piano per creare una nuova moneta digitale chiamata Libra.

Ci sarà un’evoluzione nel regolamento.

Solomon ha detto che i regolatori di tutto il mondo stanno considerando come funziona la Blockchain e sono molto attenti al flusso dei pagamenti. “Penso che i regolatori di tutto il mondo stiano guardando cosa sta succedendo. Si chiedono come funzionerà e sono molto attenti ai flussi di pagamento. Ci sarà un cambiamento nel regolamento, questo è sicuro.

Infine, alla domanda sull’importanza posta alla ricerca dal suo arrivo alla testa di Goldman Sachs, di cambiare la cultura per rendere la banca più aperta e accessibile, Solomon ha riposto: ” Le basi culturali di Goldman Sachs rimangono intatte. È un’organizzazione basata sullo spirito di squadra, imprenditoriale ed innovativo. Come nuovo CEO, ho una prospettiva diversa da quella del mio predecessore su alcuni argomenti. In particolare voglio mettere la banca in una posizione di crescita per i prossimi anni. Una delle cose che sto cercando di fare è essere più trasparente con gli investitori. Siamo un’azienda privata fino al 1999, operando su un modello di partnership. Dopo la nostra IPO, siamo cresciuti così velocemente fino alla crisi finanziaria, che non abbiamo dovuto adeguare il nostro livello di trasparenza. Quindi una delle mie priorità è quella di comunicare in modo più trasparente possibile”.

→ Consulta in tempo reale l’attuale quotazione del titolo GOLDMAN SACHS: Clicca qui