Barclays: mercati “giustamente” ottimisti. S&P 500 verso i 4.000 punti

L'istituto di credito britannico punta l'S&P 500 dichiarando che potrà superare la soglia record.

0
Barclays

Secondo Christian Keller, Head of Economics Research di Barclays, i mercati hanno ragione ad essere ottimisti sulle prospettive economiche globali nel 2021.

Nelle previsioni per il 2021, l’istituto di credito britannico prevede una crescita del PIL globale del 5,6% nel 2021, dopo una contrazione del 3,6% quest’anno. La maggior parte delle economie occidentali dovrebbero in prospettiva raggiungere la cosiddetta immunità di gregge da Covid-19 nel secondo e terzo trimestre dell’anno.

Queste di Barclays sono previsioni sono più rosee di quelle offerte ieri dall’OCSE. Il quale prevede una contrazione più netta quest’anno, con un -4,2% seguita poi da un’espansione del 4,2% nel 2021. Keller ha affermato che le sue previsioni riflettono la recente serie di risultati positivi sui vaccini con tassi di efficacia superiori alle aspettative, il che indica un significativo impulso alla crescita nel secondo trimestre del 2021.

Ha inoltre suggerito che le previsioni di rialzo dell’inflazione non influirebbero sulle attuali azioni di sostegno delle banche centrali.

“I mercati del lavoro si stanno riprendendo, ma siamo ancora a una disoccupazione molto alta, quindi c’è innegabilmente un sacco di debolezza nel sistema. Ciò significa che quando si parla di inflazione di fondo e fattori trainanti sottostanti (costi salariali, ad esempio) è  improbabile che ciò accada nel breve periodo, ovvero anche il prossimo anno. Serviranno davvero molti anni per tornare ai livelli precedenti”.

Keller ha osservato che mentre Barclays prevede un graduale miglioramento dell’inflazione, non sarà abbastanza significativo da indurre le banche centrali a considerare di inasprire le loro posizioni di politica monetaria accomodante.

Vedi anche: Eur/Usd: è davvero tempo di vendere ?

“Questo è il motivo per cui i mercati sono abbastanza ottimisti, e giustamente. Abbiamo un ambiente in cui la crescita ritorna, l’inflazione rimane relativamente contenuta e le banche centrali continuano a sostenere la ripresa. L’inasprimento del sentiment è ancora lontano “, ha concluso.

Gli analisti azionari di Barclays hanno già pubblicato le previsioni per il 2021, proiettando un rally per le azioni europee nel 2021 sulla scia della crescita degli utili per azione.  L’istituto di credito britannico punta l’S&P 500 dichiarando che potrà superare la soglia di 4.000 punti nel 2021. Anche le azioni europee potranno raggiungere livelli record, mentre il rendimento del Tesoro USA a 10 anni di riferimento dovrebbe salire all’1,25%.

“Rimaniamo sovrappesati gli asset di rischio sulle obbligazioni core, poiché gli investitori guardano attraverso la resistenza a breve termine dell’impennata invernale del COVID e si concentrano invece su un’economia globale resiliente e su un più rapido ritorno alla normalità nel 2021/2022”.

Hai trovato questo articolo interessante? Iscriviti al nostro canale Telegram gratuito: clicca qui